Filippine: una nursery per gli squali balena

Il più piccolo esemplare di squalo balena è stato rinvenuto e salvato, in questi giorni, nelle acque delle Filippine.
Si può definire una delle scoperte scientifiche più importanti su questi animali tanto schivi quanto affascinanti.
Lo squalo balena è il più grosso pesce vivente al mondo, può infatti superare i 12 metri di lunghezza e pesare oltre 14 tonnellate.
Nonostante i numerosi progetti di ricerca su questa specie ittica, poco si sapeva sulla riproduzione di questi animali, in particolare mancavano dati sulle aree, definibili nursery, ossia zone dedicate al parto.
Un mistero che si è svelato e rivelato davanti agli occhi dei ricercatori del WWF-Philippines.
L’esemplare catturato da un pescatore locale può essere definito un neonato. I ricercatori, avuta notizia del ritrovamento, sono accorsi nella zona tempestivamente. Il cucciolo è stato quindi liberato dalle reti, misurato (le misure di rito non devono mai mancare, soprattutto in un caso del genere!!!) e liberato. Le sue dimensioni, 38 cm di lunghezza, dimostrano che l’animale era nato da poco e quindi che l’area della provincia di Sorsogon, vicino alla città di Donsol, rappresenta una zona di riproduzione degli squali balena!!
Pensare che sino ad ora, i ricercatori avevano visto in Sorsogon “solo” una zona di aggregazione, o meglio la più grande congregazione annuale di squali balena al mondo…
Negli ultimi 6 anni, le statistiche hanno dimostrato che il 95% dei turisti che visitavano la zona tra dicembre e metà maggio, avevano avuto la possibilità di avvistare e nuotare insieme a questi enormi animali. Ora finalmente si conosce il motivo di questi grandi ritrovi annuali: riproduzione.

LINKS:
www.panda.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.