Cibo ed emozioni

Il termine allergia, che vuol dire altra reazione, fu utilizzato per primo da Clemens Von Pirquet, un pediatra viennese, nel 1906. La neurodietologia, la scienza che si occupa delle connessioni tra cibo, mente e psiche, ha confermato da tempo che il menù quotidiano influenza i comportamenti e le emozioni. Il cibo di cui ci nutriamo influenza e determina la nostra composizione biochimica. Quando la nostra dieta è sbilanciata, squilibrata, innaturale, il funzionamento del cervello è disturbato. Il nostro organismo pensante è infatti un divoratore di nutrienti, si ricarica con l’ossigeno e mantiene un’ottima forma con un regime alimentare ad hoc. Un chiaro esempio di tutto questo è la duplice funzione di vitamine, aminoacidi, etc. Da una parte nutrono il nostro corpo mentre dall’altra la nostra psiche.

I cibi che mangiamo sono in grado di influenzare ciò che siamo e ciò che proviamo.
Possono renderci più o meno sicuri di noi stessi, possono aumentare la concentrazione, la determinazione o l’aggressività. Infatti, va sottolineato che una dieta monotona o sbilanciata intossica l’organismo provocando risveglio difficoltoso, bocca amara, lingua patinata, stato dell’umore peggiorato e instabile. Questo rende molto importante il variare, il mangiare un pò di tutto. Per esempio, pane, pasta, riso e patate sono in grado di calmarci placando ansia e nervosismo poiché contengono il triptofano, un amminoacido che favorisce il rilascio della serotonina noto neurotrasmettitore che dà benessere e calma. Tra gli amminoacidi, che sono costituenti essenziali delle proteine, c’è anche la tirosina in grado di favorire la comunicazione tra le cellule celebrali, ossia di migliorare l’umore e contrastare le emozioni negative. Gli alimenti ricchi di tirosina sono: biscotti per l’infanzia, frumento, ceci, fave, spinaci, arachidi, agnello, coniglio, sardine e formaggi. Un altro importante amminoacido è l’acido glutammico, che è in grado di dare maggiore chiarezza di idee e vivacità di pensiero, quindi, determinazione e sicurezza e che è presente principalmente nella soia, nei formaggi, nella frutta secca, nel maiale etc. La perdita di memoria può indicare la carenza di vitamine e sali minerali: la vitamina B (presente in lievito di birra, cereali integrali, verdure crude, polline), la vitamina C (in polline, rosa canina, agrumi, pomodoro, ortaggi e insalate crude, frutta acidula) e la vitamina E (in ortaggi verdi, olio extravergine di oliva e di semi , polline) e tra minerali nella dieta, zinco, selenio, ferro, fosforo, magnesio e iodio (presenti in polline, cereali integrali, legumi, alghe, ortaggi e frutta). Guai poi a non fornire l’energia necessaria ai circuiti elettrici celebrali: il glucosio, presente in cereali, legumi, miele, polline, etc., è un carburante d’eccezione da cui attingere ogni giorno. Invece, cacao, caffè, tè e bevande a base di cola e alcol contengono sostanze eccitanti il sistema nervoso e sono poco indicate per gli ansiosi. Carne e grassi saturi incrementano i livelli di aggressività predisponendo a collera e ira. Culture non violente come alcune tribù dell’Africa, gruppi di Indios del Brasile nord-occidentale o gli Indios Paroa del Venezuela, che hanno sviluppato una società pacifica e tollerante, sono vegetariane. Inoltre, il consumo eccessivo di prodotti animali in genere causa emozioni quali risentimento, senso di inadeguatezza, depressione, paura, instabilitˆ emotiva, ostilitˆ, perdita di controllo. Il consiglio, quindi, potrebbe essere mangiare meno carne e molti pi legumi, poichŽ essi attenuano la diffidenza, soprattutto i piselli.

Per ultimo, si riporta uno specchietto, direttamente dalla neurodietologia, che ha stabilito alcuni legami tra cibi e emozioni:

Agrumi = Allontanano la malinconia e stimolano il cervello
Ananas = Fiducia in se stessi, sicurezza
Avocado = Buona memoria
Bacche in generale = Purezza di pensiero
Banane = Calma e umiltà
Barbabietola = Coraggio
Ciliegie = Allegria
Datteri = Tenerezza, dolcezza
Fichi = Attenuano l’intransigenza
Fragole = Dignità
Frumento = Risolutezza
Granaglie = Forza di carattere
Lamponi = Amabilità
Lattuga = Calma
Mandorle = Controllo sessuale
Noce di cocco = Spiritualità
Uva = Devozione e divino amore
Pere = Serenità
Pesche = Altruismo
Pomodori = Energia mentale
Latte di mucca = Entusiasmo ed energia spirituale
Miele = Autocontrollo
Riso integrale = Mitezza
Sciroppo d’acero = Freschezza mentale
Spinaci = Semplicità
Tuorlo d’uovo = Energia diretta esternamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *