L’ Energia del cibo

La parola alimentazione non ha un significato univoco: se è vero che tutti noi sentendo questa parola pensiamo al cibo, è però evidente che tutte le idee sul cibo e su ciò che nutre non brillano certo per uniformità e coerenza. Spesso si confonde il fatto che nei paesi occidentali si siano risolti i problemi legati alla quantità di cibo con l’idea che ci si “alimenti bene”; tra queste due cose esiste un abisso e, proprio di questi mesi, è la notizia che in Italia si arriverà al 30% delle persone obese e, quindi, praticamente si avrà una riduzione sulla aspettativa di vita di circa 10 anni. Questo non depone certo a favore del “mangiare bene e dell’utilizzare gli alimenti” in modo da migliorare e nutrire veramente la vita.
Oggi siamo tutti in mano alla scienza e sembriamo non fidarci più del nostro istinto, pensiamo che sia meglio seguire le idee di persone che riteniamo competenti, affidandoci alle loro teorie. Ci dimentichiamo che la scienza si interessa quasi esclusivamente dell’aspetto materiale dei cibi: calorie, carboidrati, vitamine, proteine. Ci si dimentica, invece, della reale funzione del cibo e dell’alimento che è quella di nutrire, il che vuol dire energizzare il nostro corpo, dargli “vita”.
Tutto è vibrazione: lo sostengono antichissime tradizioni culturali come la Medicina Tradizionale Cinese e Ayurveda, oltre a più recenti forme di cura naturale come naturopatia, omeopatia, fiori di Bach, cromoterapia, bioenergetica e medicina quantistica. Nutrirsi è molto diverso del semplice mangiare. Ci nutriamo delle vibrazioni dei sentimenti, delle emozioni delle persone che abbiamo accanto, di chi ha cucinato e prodotto il cibo, delle vibrazioni dei suoni e dei colori. Ma oggi non siamo noi a scegliere consapevolmente la varietà e la qualità del cibo che mangiamo, ma le grandi industrie che modificano non solo le abitudini alimentari, ma anche le strutture chimiche degli alimenti. Essi hanno valori nutrizionali sempre più bassi e frequenze vibrazionali incompatibili con le nostre.
Anche se hanno buoni sapori, i cibi sono “morti”, non possono fornirci i nutrimenti necessari per creare e mantenere il nostro corpo in salute. Le diete con alimenti privi di un vitale sistema vibratorio, come quelli non freschi né naturali, pur perfetti ed equilibrati dal punto di vista calorico, hanno provocato l’insorgere di malattie nuove, anche degenerative. Un alimento non è materia da masticare, è energia, è un’infinita vibrazione di particelle vitali, non riproducibili chimicamente. La salute non è solo medicina; solo nella natura possiamo trovare il cibo eterico-vitale di cui tutto il nostro corpo ha sempre più bisogno. La strada da seguire è un’alimentazione viva, fresca, ricca cioè di energia vitale. Dai molti studi scientifici effettuati negli ultimi anni, oggi sappiamo che ogni essere umano sano emette vibrazioni colorate e sonore. Tutti i cibi che hanno un alto potere vitaminico e di sali minerali hanno una elevata vibrazione e, per tale motivo, sono classificati “eccellenti”. Per prevenire i processi di invecchiamento e le malattie croniche e degenerative, consentendo alle cellule del corpo di avere le loro specifiche frequenze di lavoro ottimali, è quindi molto importante nutrirsi con alimenti freschi ricchi di vitamine.

DUE PUNTI DI VISTA
Il dott. Deepak Chopra è un medico endocrinologo indiano, che si è formato e pratica negli Stati Uniti. La sua metodologia unisce le più avanzate scoperte scientifiche nel campo della fisica quantistica e della Psico-Neuro-Immunologia con le millenarie tecniche e conoscenze della medicina Ayurvedica indiana. Deepak Chopra è conosciuto in tutto il Mondo per aver proposto un nuovo paradigma che ha rivoluzionato la saggezza comune nel campo della connessione tra mente, corpo, spirito e salute. Il dott. Chopra ha stabilito il principio fondamentale che la salute perfetta non è soltanto assenza di malattia, ma bensì uno stato vitale di equilibrio e integrazione di corpo, mente e spirito. Con il suo talento unico nell’unire i miracoli tecnologici dell’Occidente con la saggezza dell’Oriente, Deepak Chopra ha favorito obiettivi ispirati e al tempo stesso realistici per vivere delle esistenze più significative, armoniose e soddisfacenti.
Le tecniche del dott. Chopra danno molta importanza alla meditazione, ad uno stile di vita bilanciato, cibi ed erbe curativi, terapie corporee rigeneranti e potenziamento personale. Tutte queste cose insieme portano alla longevità e massimizzano il potenziale umano ed il successo, aumentando allo stesso tempo la stabilità personale, la felicità e la soddisfazione. La visione olistica orientale, che lui segue, riconosce il cibo come fonte di energia vitale e non semplicemente come un insieme di sostanze nutritive. Per mantenere una condizione di benessere è fondamentale il rapporto armonioso tra l’essere umano e l’ambiente che lo circonda; il cibo viene quindi considerato un prezioso strumento per equilibrarci, armonizzarci all’ambiente esterno, grazie alla corretta scelta degli ingredienti e dei metodi di cottura.
Il dott. Masaru Emoto – ricercatore in medicina alternativa e scrittore giapponese – è, invece, conosciuto per il suo controverso pensiero (memoria dell’acqua) riguardo al rapporto tra i pensieri umani e l’acqua, considerata a una temperatura convenzionale di -4°C. Egli ha documentato con fotografie dei cristalli d’acqua i suoi studi: i cristalli assumono una forma armonicamente simmetrica o, al contrario, caotica e disordinata, in conseguenza dell’energia a cui sono esposti, sia essa sotto forma di suono (voce, musica), parola scritta (etichetta applicata a una brocca) o di pensiero. I risultati dei suoi esperimenti mostrano, che i cristalli d’acqua, così trattata, cambiano struttura a seconda dei messaggi che ricevono.
L’acqua trattata con parole “positive” forma dei cristalli bellissimi, simili a quelli della neve; l’acqua trattata con parole “negative” invece, reagisce, creando forme amorfe e prive di armonia geometrica. Essendo il corpo umano composto al 75% di acqua, è facile immaginare come l’esposizione dell’acqua che viene introdotta con gli alimenti – ma anche semplicemente quella del nostro organismo – a energie (pensieri, parole, musica) positive possa favorire una disposizione armoniosa dei cristalli e, quindi, un’ottimizzazione dei processi cellulari alla base della vita. Dal 1999 Emoto ha pubblicato diversi libri della stessa collana intitolati Messages from Water (Messaggi dall’acqua), contenenti fotografie di cristalli d’acqua sottoposti al trattamento “preghiera, musica o scritte avvicinate a contenitori d’acqua”.

Per approfondire:
www.chopra.com
www.masaru-emoto.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *