8.7 milioni di specie sul Pianeta

escher_sky_water

Continuo a ricevere newsletter tragiche da EIA, Greenpeace, Green Light The Guardian e francamente dopo tanti anni dal primo momento in cui sono stata informata che gli elefanti si uccidono per le zanne, gli squali per le pinne e le foreste si abbattono per il legno vorrei andare oltre. Nessuna buona notizia soppianta mai questa pioggia di sciagure. La natura è una fonte incredibile di ricchezza estetica, intellettuale, spirituale ma è altrettanto fonte di dispiaceri.

Sono stanca di essere bombardata dalle immagini di animali mutilati per essere espropriati delle loro parti più pregiate, non si riesce mai ad andare alla puntata successiva.

Perché esiste la natura? Quali sono i suoi segreti? Certo con poche aree selvatiche e intatte intorno a noi in cui poter osservare gli animali, la faccenda si complica. Non so se è scomparsa prima la nostra capacità di sederci e meravigliarci o se il soggetto della nostra meraviglia è scomparso prima, lasciandoci davanti ai computer.

Eppure ieri gli scienziati sono arrivati a definire il numero di specie con le quali condividiamo il pianeta terra: 8.7 milioni.

L’albero gerarchico è ancora quello creato da Carlo Linneo circa 250 anni fa, nel quale aveva incluso tutte le 10.000 specie che presumeva esistessero nella sola Europa.

L’enormità del numero indica che la forma nella creazione è importante. Perché?

Perché la creazione ha messo così tanta enfasi nel numero e nella diversità delle forme?

I dati che gli scienziati hanno fornito è fonte di controversia per molti altri scienziati. Capire e catalogare la natura è ancora un compito oltre le nostre capacità. Per alcuni i dati forniti oggi rispecchiano solo il frutto di calcolo razionale, altri si arrendono all’evidenza che catalogare la natura è un processo lento e costoso.

E’ noto che si spenda più denaro ad esplorare il sistema solare che questo pianeta. Ancora non è stato veramente inventariato un solo ettaro di foresta tropicale e ogni volta che un team si avventura a raccogliere esemplari dai fondali marini o dalle foreste pluviali si aggiungono migliaia di nuove specie a quelle catalogate.

Forse la vita su questo pianeta è impossibile da calcolare come impossibile sarebbe calcolare con precisione le stelle della via lattea.

Forma, abbondanza e numeri infiniti. Tre attributi della vita sul pianeta sui quali fermare la nostra attenzione pieni di speranza per questo sistema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *