Sale contro il cancro?

Sali contro il cancroNon ho mai creduto alle casualità e quando mi è capitato di leggere un libro di Gianfranco Valsè Pantellini, non ho avuto dubbi nell’approfondire l’argomento. Si tratta di un biochimico nato nel 1917 a Rufina (FI), che credo di conoscere io e pochi altri. Ho passato alcuni giorni di vacanza lì e la ricordo con affetto.

Ma torniamo a quello di cui vorrei parlare. Lo riporto così come l’ho capito e approfondito, ma senza enfatizzare troppo l’argomento fin troppo delicato.

Nel 1947 Gianfranco Valsè Pantelliniarrivò ad una “scoperta” in maniera molto casuale:  ad un conoscente malato di cancro allo stomaco, a cui erano stati dati pochi mesi di vita, consigliò di bere del succo di limone con del bicarbonato, per tentare di alleviare i dolori. Incontrandolo dopo un anno, constatò con meraviglia che stava bene; si era curato per errore con del bicarbonato di potassio, piuttosto che con quello di sodio, consigliato. Questo signore è vissuto ancora altri 20 anni ed è deceduto per infarto.

Il dott. Pantellini cominciò a studiare gli effetti del rimedio sulla salute umana, giungendo alla conclusione che l’azione integrata di vitamina C (acido l-ascorbico) e potassio sull’organismo costituivano un potente antiossidante, in grado di intervenire sulle alterazioni tumorali.

Nel ’70 presentò al Ministero della Sanità un dossier con le sue esperienze e i suoi risultati positivi, ma non fu mai avviata alcuna sperimentazione ufficiale. Nonostante questo, egli riuscì ad introdurre l’ascorbato nella farmacopea ufficiale come prodotto galenico, tutelandolo così da eventuali speculazioni. Insieme all’ascorbato mise a punto un protocollo per le malattie degenerative e da immunodeficienza che, mirato naturalmente ad personam, era costituito da: Vitamina C naturale, 6/10 grammi al giorno (poiché l’organismo non ne assorbe più di 500 mg. per volta, consigliava numerose piccole assunzioni); Vitamina A, (beta-carotene ); Vitamina E; Complesso di minerali e Ascorbato di potassio. Le dosi sono andate modificandosi nel tempo con gli studi successivi. Attualmente, la dose consigliata è: 0,15 grammi di acido ascorbico; 0,30 di bicarbonato di potassio. Assunta tre volte al giorno è curativa, una volta al giorno o a giorni alterni è preventiva.

L’Ascorbato di Potassio, sale derivato dalla vitamina C che mostra straordinari effetti contro le patologie degenerative, è stato oggi potenziato con l’introduzione del Ribosio. Il Ribosio rappresenta l’elemento fondamentale per le molecole energetiche e per lo svolgimento delle attività a livello genetico della cellula. Non deve sorprendere più di tanto che un composto così semplice possa mostrare effetti così importanti, perché si tratta di elementi fisiologici fondamentali per il corretto funzionamento dei sistemi biologici.

La sua ricerca in campo oncologico copre un periodo di 35 anni, ed è stata applicata su più di 8.000 casi. Apparteneva ad un gruppo internazionale di ricerca sul cancro con metodiche non convenzionali e per questo era stato eletto Membro dell’Accademia delle Scienze di New York e della Società Internazionale di Criochirurgia.

Nel 1997 fu insignito dell’onorificenza dell’Accademia delle Scienze di Mosca per aver contribuito, con le cure a base di ascorbato di potassio, ad alleviare le sofferenze dei bambini di Chernobyl.

Ad evitare che il prezioso lavoro svolto da Pantellini venga perso per sempre, è oggi la Fondazione Internazionale Valsé Pantellini che in collaborazione con l’Università di Parma e il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) di Pisa porta avanti gli studi del professore fiorentino scomparso nel ‘99.

La metodica, naturalmente, non è alternativa alle terapie ospedaliere. Questo viene riportato anche dai pazienti che si sono rivolti a loro.

Però è lecito chiedersi “chi volete che abbia interesse a prescrivere l’ascorbato di potassio, un prodotto che costa poche decine di euro per un mese di terapia e che, oltre a tutto, non è brevettabile?”.

Link per approfondire:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *