Natale ecologico per i nostri bambini

Sinceramente, credo sia fantastico insegnare ai nostri bimbi a vivere la magia del Natale con spirito “green” e senza cadere troppo nel consumismo, soprattutto durante questi anni di crisi che stiamo vivendo!

Ecco qualche piccolo consiglio pratico.

Albero

Meglio un albero vero o uno sintetico? Ci sono pro e contro rispetto a questa scelta.
Un albero vero, tenuto nel vaso, ha i vantaggi di essere profumato e di poter essere ripiantato in giardino oppure compostato una volta passate le feste. Lo svantaggio è che non tutti hanno un giardino e che l’abete naturale perde gli aghi, e che potrebbe essere stato cresciuto con pesticidi chimici e, quindi, potenzialmente tossici per gli abitanti della casa. Se scegliete questo, prediligete quelli di coltivazioni più vicine a voi con certificazionidi tracciabilità e mentre lo avrete come ospite bisogna ricordarsi di trattarlo con riguardo.

L’albero sintetico dura molti anni, è economico e più pratico per chi vive in città. Gli svantaggi possono essere nei materiali utilizzati e soprattutto nella provenienza. Se ne scegliete uno sintetico, optate per un albero fabbricato in Italia, posizionatelo in un’area della casa che abbia un frequente ricambio d’aria e riutilizzatelo per tanti anni. In entrambi i casi il pianeta vi ringrazierà.
[…]

L’intero articolo fa parte del nuovo libro di Sonia “Naturalmente Sonia, alimentazione e benessere per genitori e bambini. Puoi continuare a leggerlo acquistandolo. Il libro è una raccolta degli articoli scritti da Sonia negli ultimi 3 anni.
AddobbiPreferite materiali naturali:

  • stelle di paglia, pigne d’abete, noci, piccole mele ecc. per decorare l’albero e la tavola;
  • cotone sbiancato con ossigeno (senza cloro) per un albero “invernale”;
  • cera d’api per candele e figure; carta e cartone per decorare le finestre;
  • legno e assi di legno per ricavarne figure;
  • lattine;
  • biscotti fatti in casa;
  • pasta a base di sale (“pasta matta”), che potete arricchire di profumi natalizi con l’ausilio di spezie;

Cenone

Se negli anni passati in molti volevano stupire con cibi esotici, il XXI secolo ha per certo affermato che prodotti locali, di stagione e biologici sono assolutamente chic. Magari potrete sperimentare qualche ricetta vegan. E piatti a zero sprechi: non si butta via niente. Una particolare attenzione andrà posta poi nei confronti dei cibi di frodo che girano nei periodi di festa.

Passiamo alla preparazione della tavola. Saranno da escludere l’uso di piatti e stoviglie di plastica usa e getta. Meglio utilizzare piatti e bicchieri lavabili o, visto che a volte è quasi impossibile per la mole di ospiti, stoviglieria biodegradabile.

Io, inoltre, uso le bucce di arancia tagliate per fare delle roselline e guarnire il centrotavolada usare a natale. Oppure potete usare un bell’ananas decorato da voi.

Regali

Marmellate, frutta sciroppata, torte, biscotti, liquori distillati, prodotti a km zero: naturalmente tutto fatto in casa con confezioni o etichette fai da te. Borse per la spesa riutilizzabili in cotone, lino o canapa, prodotti ecologici e naturali per mamme e bambini, tra cui pannolini lavabili, abbigliamento in cotone biologico, vasino biodegradabile, e tanto altro ancora.

C’è anche la possibilità di adottare un alberoo una pecora, regalare servizi come l’abbonamento al teatro o, se si punta sulla tecnologia, scegliere sempre tenendo presenti consumi, efficienza e valutazioni di sostenibilità.

Giocattoli

Per i più piccoli l’ideale è Happy Mais, la linea di costruzioni realizzate in mater-b, un prodotto a base di mais e colori naturali, con le quali si possono realizzare fiori, castelli ed animali.  Per le famiglie numerose esistono anche le confezioni mega contenenti centinaia di pezzi, pensate per le scuole ma acquistabili anche dai privati.

Per i più grandicelli invece via libera ai gadget solari: aerei, barche ed elicotteri perfettamente funzionanti ad energia solare, per giocare senza pile o elettricità. Per le bambine, nella stessa gamma troviamo anche la giostra e la ruota panoramica.

Più complicato ma molto originale è il gioco in scatola Trafficopoli, ideato dalla casa editrice Terra Nuova, il cui scopo è quello di insegnare ai giocatori a districarsi nel traffico cittadino con ogni mezzo di trasporto: bicicletta, mezzi pubblici, auto e moto.

Non possono mancare le costruzioni in legno, i soldatini interamente biodegradabili ed un domino fosforescente grazie alla clorofilla.

E per finire una simpatica linea di pupazzi, creati interamente con materiali di recupero, che raffigurano tanti piccoli mostriciattoli di cui doversi prendere cura.

Se si è ecologici, si è più buonie si ricevono più regali.

Buon Natale!

 

Per approfondire:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *