Affrontare il dopo feste in maniera naturale

dopo le feste

Lo sappiamo tutte che non riusciremo a sottrarci all’ennesima abbuffata natalizia. E’ inevitabile! Però possiamo correre ai ripari in fretta se abbiamo a casa tutto il necessario per disintossicarci ed eliminare le tossine in eccesso. Per fare ciò, è necessario stimolare gli organi cosiddetti depuratori del nostro corpo, cioè i reni, i polmoni, l’intestino e il fegato.

Vediamo insieme come fare a disintossicarci e depurarci, in armonia con il nostro corpo.

Sicuramente, una regola che vale sempre, è ricominciare a bere acqua in grandi quantità. Si, acqua, e non spumanti, vini e bibite gassate. L’acqua ci aiuterà a depurare il fegato, stressato dalla sovralimentazione: il suo affaticamento può incidere sul nostro sistema immunitario, sull’umore e sulla nostra funzionalità intestinale.

E perché non bere acqua con un po’ di limone? Contiene vitamina C, potassio e acido citrico: utili per bruciare i grassi ed eliminare le tossine accumulate.

Un’alternativa è il rimedio digestivo forse più vecchio e conosciuto dalle nonne. Si tratta di acqua, bicarbonato e aceto di mele. In particolare, si unisce mezzo di bicchiere di acqua a 1 cucchiaio di aceto di mele e una puntina di bicarbonato. La combinazione di questi due ultimi elementi provocherà una “reazione frizzante”. Avremo, quindi, un effetto digestivo immediato.

Continuiamo con l’alimentazione. D’altronde, il cibo è un po’ come una medicina.

Io, che sono appassionata di insalata, non mi faccio mai mancare il songino. E’ quella piccola insalatina verde scura. E’ ricca di vitamine A, B, C, potassio e ferro: aiuta ad eliminare le tossine, ha un’azione lassativa e stimola il sistema linfatico.

Più o meno ha la stessa azione la barbabietola rossa. Vi lascio una ricettina facile facile per utilizzarla, visto che è così poco conosciuta. Io le cucino al forno. Le faccio a pezzetti. Le metto sulla carta da forno, con sale, pepe e poco olio. Le lascio 30 minuti a 180°C e il gioco è fatto!

E che dire dello zenzero. Come non nominarlo, sotto forma di infuso o tisana. Ma si può anche consumare candito, una specie di dolcetto digestivo.

Parliamo anche un po’ di omeopatia per disintossicarci. E’ meglio però muoverci per tempo, per avere a casa i rimedi utili e metterli subito in pratica.

Che dire, cominciamo con Nux vomica, granuli, 5 CH. Prendetene 3 granuli, 2 volte al giorno. Questo rimedio, normalmente, viene prescritto dopo una serie di stravizi alimentari. In genere, bastano 7-10 giorni di utilizzo costante.

L’altro rimedio indicato è Arsenicum album. Più utile se ci si sente proprio intossicati dal cibo ingerito. Sempre 3 granuli alla 5 CH per 2 volte al giorno.

Anche le erbe sono in grado di supportarci in questo percorso di disintossicazione e depurazione. Le più conosciute e utilizzate sono aloe (disintossicante e depurativa), carciofo (diuretico), tarassaco e bardana. (contro eventuali brufoli post abbuffata).

Io spesso utilizzo tarassaco, curcuma, cardo mariano e menta. Il cardo cura e protegge il fegato, mentre la menta stimola le funzioni intestinali. Tarassaco e curcuma agiscono sui processi fermentativi ed eliminano le tossine.

In erboristeria, poi, sono disponibili tisane già pronte, principalmente a base di the verde o di the roiboos (diminuisce colesterolo e trigliceridi e stimola le funzioni epatobiliari). Oppure la più classica delle tisane, che probabilmente abbiamo tutti in casa, quella al finocchio. Anche la betulla è indicata, a causa della sua azione diuretica (in grado di contrastare la ritenzione idrica) e azione purificante, in grado di espellere le tossine.

Infine, ma non da ultimo, non trascuriamo l’attività fisica per disintossicare il nostro organismo. Basta anche una camminata che ogni giorno andremo a fare a passo più veloce.

O, siccome io ne sono una fan accanita, un sano sport come lo yoga.

Buone feste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *