Tutto gira intorno alla canapa

canapa-mundi

Sono pronta. Si svolgerà vicino casa mia e, quindi, non ho nessuna scusa per non essere presente. Di che cosa si tratta? Della fiera internazionale chiamata Canapa Mundi, che si svolgerà dal 20 al 22 febbraio 2015 al Pala Cavicchi di Roma. Era previsto, inizialmente, in programma presso il Tendastrisce, ma all’ultimo momento (circa due settimane prima della fiera) è stata spostata la location. La manifestazione è stata organizzata dall’associazione Tuanis. Come dice lo stesso titolo, sarà tutta incentrata sulla canapa. Ci saranno stand commerciali di oltre 50 aziende, provenienti da svariati Paesi, come Italia, Canada, Olanda, Francia, Russia, Spagna e Slovenia.

Ma sarà anche una manifestazione di tipo culturale. Ci saranno giornalisti, case editrici, banchi informativi, esponenti delle istituzioni.

Ci sarà anche una parte dedicata alle arti, con mostre, spettacoli ed esibizioni musicali.

E poi, naturalmente, non mancherà una sezione dedicata alla ristorazione. Si potranno, così assaggiare piatti vegetariani, vegani e gluten free.

Guardando il programma dei 3 giorni, vi segnalo che domenica mattina ci sarà un intervento del dott. Belotherkowsky, un chirurgo esperto in naturopatia, che terrà una mini conferenza dal titolo “Prodotti e alimenti a base di olio e semi di canapa: valore nutrizionale e benefici per la salute”. Poi, ugualmente interessante, è l’intervento di un pediatra, il dott. Cristiani, su “L’importanza dell’olio di semi di canapa in età pediatrica”.

Sempre in occasione della fiera, sarà presentato il progetto, portato avanti dal’associazione Canapa Live, dal titolo Adotta una pianta di canapa, in collaborazione con l’Università della Tuscia di Viterbo. Lo scopo dell’iniziativa è reintrodurre la pianta di canapa nelle nostre case a scopo ornamentale e farla coltivare, nella speranza di ottenere energie ecocompatibili. Per ottenere ciò, intanto, sui monti della Tolfa sono stati seminati e coltivati 15 ettari a canapa, di varie cultivar.

Perché dedicare un’intera fiera alla canapa? Approfondiamo questa tematica. Si tratta di una pianta antichissima e dai mille usi. E’ un’alternativa ecologica per produrre indumenti, al posto del cotone per esempio.

Può essere impiegata come materia prima nella produzione di carta, ma anche nell’edilizia. E’ recente la scoperta del bio-mattone, ottenuto dalla canapa, in grado di assorbire l’anidride carbonica e che può essere utilizzato al posto del cemento e dei mattoni.

La canapa è un elemento talmente versatile che può anche essere utilizzato al posto del petrolio, per produrre carburante e derivati delle materie plastiche.

Che dire poi dell’aspetto culinario. E’ un alimento ricco di acidi grassi polinsaturi, fondamentali per il buon funzionamento dell’apparato scheletrico e dei recettori nervosi.

Attualmente, il maggior produttore mondiale di canapa è la Cina, con oltre 60.000 ettari di coltivazioni. Il 2014 è stato l’anno della canapa, se così possiamo definirlo. L’Assocanapa ha segnalato che i campi seminati sono passati da 150 nel 2013 a 300 nel 2014. In Italia, siamo passati da 400 (nel 2013) ad oltre 1.000 nel 2014.

C’è, nel nostro paese, in sospeso la possibilità di ottenere una legge in merito, nel 2015, che favorisca la coltivazione a livello nazionale e locale.

Speriamo in qualche buona notizia.

Nel frattempo, buon Canapa Mundi a tutti!

Per approfondire:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *