La dieta ‘a prova di proiettile’

caffe-e-burro

Partiamo dall’idea che io adoro il caffè. Non ne abuso né eccedo nelle quantità, però se fatto bene lo prendo sempre volentieri.

Forse è per questo motivo, che mi ha incuriosito molto la dieta del momento, chiamata bulletproof diet. Viene dall’America, ma sta davvero prendendo piede anche in Italia. Infatti, tale regime alimentare si basa su uno speciale caffè a cui viene aggiunto olio di cocco e burro fuso, per un totale di 500 calorie e la presenza di 50 grammi di grassi! Tale bevanda dovrebbe darci l’energia necessaria per affrontare la giornata. E si prepara così: tazza di acqua bollente, 2 cucchiai di chicchi di caffè da macinare, un cucchiaio di olio di cocco e uno di burro, non salato bio. Si frulla o miscela a mano per 20 secondi e comincia così la giornata. Infatti, tale bevanda migliora le funzioni cognitive e accelera il metabolismo. Perciò va consumata a colazione.

L’ideatore di questa dieta, che ha anche scritto un libro dall’omonimo titolo, è Dave Asprey. Si tratta di un imprenditore canadese, non del campo medico, che si occupa di tecnologie avanzate e che soffriva di una grave forma di obesità. Ha sperimentato, quindi, questo tipo di alimentazione su se stesso, ottenendo ottimi risultati e così ha deciso di brevettare quest’idea.

Il metodo si basa su un tipo di alimentazione che prevede l’utilizzo di molti grassi, il cosiddetto banting: si ingeriscono grassi per abbassare l’insulina e permettere, invece, al glucagone nel nostro organismo di trasformare i grassi in zuccheri.

La ricetta del caffè è, secondo l’ideatore, frutto di un viaggio in Tibet. I tibetani non patiscono il freddo e hanno una corporatura esile, poiché consumano un tè al burro di yak.

Naturalmente, oltre a questa bevanda la dieta prevede un tipo di alimentazione diciamo un po’ particolare. Sostanzialmente, il pranzo è caratterizzato da proteine animali e verdure condite con burro e la cena da proteine animali, verdure con burro e un pugno di riso in bianco. Sono da escludere il glutine, i legumi, i latticini e i formaggi, ma soprattutto lo zucchero in ogni sua forma (anche la frutta).

Vediamo altri dettagli di questa dieta. E’ consigliato mangiare più volte alla settimana un avocado, poiché ricco di grassi e fitonutrienti. Bisognerebbe utilizzare per cucinare l’olio di cocco, al posto dell’olio di oliva.

Dave Asprey ha, naturalmente, brevettato un kit in grado di soddisfare al meglio la preparazione del caffè mattutino, che contiene 340 gr di caffè in grani e 480 gr di brain octane (un olio che dà energia e favorisce la digestione). Il tutto per 31 euro.

Pochi mesi fa è stato pubblicato uno studio di alcuni ricercatori dell’Ohio State University, che riportavano come un’alimentazione prevalentemente a base di grassi, con zero carboidrati però, non facesse aumentare il tasso di colesterolo. In aggiunta, l’organismo andava a erodere il grasso ingerito per far fronte alle richieste di zucchero del corpo.

Tra i detrattori c’è una nutrizionista della Boston University, scettica soprattutto per questo tipo di colazione.

Il risultato è che, ad oggi, Asprey conta nel suo staff più di 20 dipendenti. Circa 7 milioni di persone hanno scaricato il podcast della sua ricetta. A Los Angeles, a breve, aprirà il primo caffè con rivendita di bulleteproof.

Insomma, non si può dire che l’imprenditore non abbia fiutato l’affare.

Per approfondire:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *