Come alimentarsi in modo sano per prevenire le rughe

antirughe-naturale

Devo dire che madre natura è stata molto generosa con me o forse dovrei dire mia madre poiché ho una pelle ancora morbida e piacevole nonostante l’età anagrafica. Mi sto ponendo,però, il problema di mantenere questa fortuna in buona salute.

Sono molte le strategie alimentari che ci possono aiutare a rallentare il trascorrere del tempo. Forse, non tutti sanno che la prima delle battaglie contro le rughe comincia a tavola!

Parlando in maniera generale, il nostro menù dovrà essere ricco di antiossidanti: vitamina A, E, potassio, selenio, zinco, carotenoidi, flavonoidi, ecc. senza dimenticare l’acqua!

Altro elemento fondamentale da non trascurare, è rappresentato dai cibi ricchi di omega 3 e grassi polinsaturi, così importanti nel rallentamento dell’invecchiamento cellulare. Via libera, quindi, al pesce azzurro.

Per chi proprio avesse dei problemi con il pesce, vi consiglio di inserire nella vostra dieta l’olio di semi di lino, ricco anch’esso di omega 3. Questo tipo di grassi idrata la pelle e purifica i pori, combattendo l’eccesso di sebo in modo da ottenere una pelle smagliante.

L’unità di misura della capacità di prevenire l’invecchiamento, è definito Orac, Oxygen radical absorbance capacity. Vediamo alcuni cibi che hanno un’ottima orac.

Cominciamo dalla mia adorata curcuma. Aiuta a migliorare la funzionalità cellulare e, quindi, protegge il viso dall’attacco dei radicali liberi, grazie alla sua elevatissima concentrazione di sostanze antiossidanti.

Il pomodoro, poi grazie al licopene, protegge la pelle dai raggi UV, mantenendo quindi l’elasticità del viso.

Gli agrumi, in generale, sono ricchi di sostanze antiossidanti. E per fortuna abbiamo un’ampia scelta tra mandarini, arance, limoni, pompelmi, bergamotto (di quest’ultimo io uso la marmellata).

I frutti rossi sono buoni e sani, se poi ci mantengono anche giovani è perfetto. L’ingestione di questi alimenti migliora l’elasticità e la tonicità dell’epidermide, grazie all’acido silicico che contengono. Sono, inoltre, ricchi, di antiossidanti come tannini e antociani e di vitamina C.

I legumi, invece, hanno la capacità di inturgidire la pelle, poiché sono ricchi di sostanze che derivano dal glucosio, le saponine.

La zucca cancella le imperfezioni della pelle, levigandola, grazie al betacarotene che contiene. Quest’ultimo, infatti, scherma la pelle dai raggi UV e dall’inquinamento.

Le verdure a foglia verde proteggono anch’esse dall’azione dei raggi UV, prevengono l’invecchiamento e migliorano l’idratazione grazie a un carotenoide, la luteina, di cui sono ricche, e che deve per forza essere assunto con la dieta (visto che l’uomo non è in grado si sintetizzarlo naturalmente). Inoltre, hanno il “potere” di ridurre le occhiaie, grazie agli elevati livelli di vitamina C e K che contengono (migliora la circolazione rinforzando la parete dei capillari).

La frutta secca contiene molto zinco, che è un elemento chiave nei processi di riparazione cellulare. Per esempio le mandorle, ricche di vitamina E, aiutano a combattere acne, psoriasi ed eczema; mentre le noci contengono anche selenio e nutrono ed ammorbidiscono la pelle. Inoltre, riducono la possibilità di accumulo di liquidi e di gonfiori.

L’elisir di lunga vita della pelle è però l’avocado. E’ ricco di omega 3. Idrata la pelle e aiuta nella produzione di collagene. Aiuta a contrastare i problemi estetici di acne e psoriasi, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie.

Vi do un altro piccolo segreto per le persone che soffrono di acne. Lo so che l’aglio è un po’ sgradevole ma è un antisettico fenomenale e può aiutarvi a debellare l’acne in maniera naturale.

Gli alimenti che, al contrario, incidono sull’invecchiamento precoce della pelle sono quelli con un alto livello di Age, Advanced Glycation end-product. Appartengono a questa categoria di cibi gli zuccheri raffinati, i dolci, i fritti, la carne alla brace, le bibite light, ecc.

Alla luce di tutte queste informazioni, mi viene spontaneo concludere che una dieta sana non può che farci stare meglio e aiutare la nostra pelle a essere sana.

Per approfondire:

  • Libro consigliato “A tavola non si invecchia. Ricette e consigli per una pelle giovane e sana”, di P. Romano, G. Fabbrocini, L. Cuccarini, Giunti Editore
  • Libro consigliato, “Turn back your age clock: look and feel 20 years younger in only 8 weeks”, di T. Bean e A. Laing, Ed. Hamlyn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *