Olanda: itinerari in bicicletta tra tulipani, arte e natura

campo di fiori con bici – Haarlem – © holland.com

La primavera è alle porte, l’aria si fa più calda e il desiderio di stare all’aperto, a contatto con la natura, è sempre più forte. Uno dei mezzi più comodi ed ecologici per andare alla scoperta del territorio è sicuramente la bicicletta: non inquina, non disturba la quiete con fastidiosi rumori, e permette di immergersi nell’ambiente in una sintonia perfetta. Uno dei Paesi ideali per una vacanza di cicloturismo è l’Olanda, grazie al territorio pianeggiante, al clima piuttosto mite, alle distanze brevi e a un’infrastruttura perfetta. Vanta infatti oltre 32.000 km di piste ciclabili organizzate, una segnaletica semplice ed efficiente, e noleggi in oltre cento stazioni ferroviarie. Diamo sfogo all’immaginario comune: non sarebbe bellissimo pedalare ammirando gli infiniti campi di tulipani, i tipici mulini a vento e le mucche al pascolo circondati da una natura rigogliosa? La risposta é ovvia. Per quanto riguarda i percorsi c’è l’imbarazzo della scelta, e permettono di conoscere l’Olanda in tutte le sue sfaccettature. Oltre a contemplare paesaggi verdeggianti, distese di fiori, polder (terreni bonificati sotto il livello del mare), laghi e fiumi, si possono visitare deliziosi villaggi di pescatori, città storiche, località balneari e spiagge di dune.

Qui di seguito vi propongo alcuni degli itinerari in bicicletta più gettonati dell’Olanda: se volete potete dare un’occhiata a questo sito per prenotare quello che fa per voi (https://www.holland.com/it/turismo/scopri-lolanda/bicicletta.htm), oppure pianificarlo direttamente qui (https://www.holland.com/it/turismo/scopri-lolanda/bicicletta/pianificatore-di-itinerari-in-bicicletta.htm).

Non resta altro che saltare in sella!

Partiamo da un tour che in sette giorni permette di attraversare l’Olanda all’insegna della tranquillità, passando per grandi spazi aperti e cittadine incantevoli nel cuore del Paese. Partendo da Bunnik (Utrecht), si costeggia in bicicletta il fiume Vecht in direzione di Amsterdam. A fare da cornice, le tenute e le residenze di campagna dei ricchi commercianti del 1600. Una volta arrivati nella capitale, si può puntare verso Gouda, città nota in tutto il mondo per la bontà dei sui formaggi.

La città di Gouda – © holland.com

In questo percorso si visitano in successione diverse località, scoprendo pittoreschi villaggi in cui da secoli la vita ruota intorno alla pesca. Pedalando da una città all’altra, oltre al Vecht si costeggia anche il fiume Reno, e si passa per il parco nazionale De Biesbosch, che ospita la più grande zona di marea di acqua dolce in Europa.

È di una settimana anche il “Tour perle d’Olanda”, che si snoda attraverso le bellezze dell’area urbana di Randstad: oltre alle già citate Amsterdam e Gouda, tocca città come Haarlem, Delft e Leida. Questo itinerario è un ottimo mix di cultura antica, architettura e territorio: non solo offre un ampio ventaglio di attrazioni culturali e opportunità di svago nelle varie città, ma dà la possibilità di stare a contatto con la natura tra una meta e l’altra, dai campi di tulipani agli ambienti paludosi, dai fiumi ai paesaggi formati dai polder.

Il Tour Zuiderzee invece permette di conoscere uno degli ambienti più autentici d’Olanda, nato dalla continua lotta contro l’acqua. Il lago IJsselmeer, un tempo Mare del Sud, vanta non solo una natura meravigliosa e opere di ingegneria idraulica ma anche villaggi di pescatori, e tipiche cittadine mercantili lungo le sue rive come Spakenburg, Harderwijk e Hoorn. Il percorso, che parte da Huizen (Noord-Holland) e include anche una traversata in traghetto, costeggia argini sinuosi con antichi mulini a vento, e attraversa paesaggi formati dai polder. È prevista anche una tappa nella capitale.

I pittoreschi mulini di Kinderdijk-Elshout – Olanda – © holland.com

Se oltre ai mulini a vento e alle città storiche cercate il simbolo per eccellenza dell’Olanda, la crociera dei tulipani è quello che fa per voi. In 5 giorni si possono ammirare infiniti campi di bulbi fioriti, visitare il parco Keukenhof con milioni di piante, e città storiche. Si tratta sempre di una vacanza in bicicletta, ma il soggiorno sarà su una nave. Il tour, che parte e termina ad Amsterdam, salpa in direzione di Zaandam (con una tappa anche a Haarlem su richiesta), passa per i laghi Westeinder e tocca la grande asta dei fiori di Aalsmeer. Il tutto scegliendo diversi itinerari in bici fatti in piccoli gruppi insieme alla guida. Il tour, indicato anche per famiglie con bambini, è disponibile solo in primavera durante la fioritura dei bulbi, e si snoda su una distanza totale di circa 100 km.

Per chi ama le vacanze in bici e barca c’è un altro tour (su un veliero e una nave per l’esattezza). Per otto giorni, navigando sull’IJsselmeer e nel Mare di Wadden (dove si trova la riserva naturale De Boschplaat) si va alla scoperta di isole come Texel, Vlieland e Terschelling (nel caso in cui Vlieland non fosse raggiungibile a causa della marea o del vento, è prevista una deviazione verso la regione della Frisia). Spazi sconfinati, natura stupenda e deliziosi villaggi sono gli elementi di questo itinerario che prevede Enkhuizen come punto di partenza e di arrivo. Le escursioni in bici si svolgono in modo autonomo, percorrendo gli itinerari al ritmo desiderato e con l’ausilio di cartine dettagliate.

Un’altra crociera di otto giorni, che parte da Amsterdam, permette di toccare diverse destinazioni dell’Olanda meridionale. Dopo avere raggiunto Breukelen in barca, si prosegue in bici verso Utrecht, ammirando i castelli e le dimore di campagna. Si salpa poi in direzione di Rotterdam, da cui si fa un’escursione in bici passando per Schiedam e Delft. Sempre pedalando si raggiungono i mulini a vento di Kinderdijk, che rientrano nel patrimonio mondiale dell’Unesco, la città del formaggio di Gouda e quella di Schoonhoven con i laboratori degli argentieri. Il tour procede poi attraverso la natura nei pressi di Utrecht in direzione della costa del Mare del Nord con le sue bellissime dune, toccando località balneari come Zandvoort e Bloemendaal. Ultima tappa prima di rientrare ad Amsterdam, la città di Haarlem.

Per chi ama questa zona, nel Nord dell’Olanda meridionale si può comodamente viaggiare in bicicletta anche coi bambini (è possibile noleggiare per loro biciclette speciali, rimorchi e seggiolini). L’itinerario di sei giorni si percorrere in tutto relax, con piacevoli escursioni giornaliere in ambienti sicuri e senza traffico. Partendo da Zoetermeer si raggiunge in bicicletta L’Aia, elegante città reale sulla costa, mentre il ritorno è in barca sul fiume Vliet. Si visita la fattoria delle caprette Het Geertje, mentre i giorni successivi sono dedicati alle spiagge di Scheveningen e Noordwijk, al parco di Madurodam (che ospita l’Olanda in miniatura) costeggiando in bicicletta meravigliosi campi fioriti.

Itinerario: Vincent van Gogh – Olanda – © holland.com

E per non farvi mancare nulla, ecco un tour dal taglio “artistico” che prevede ben 335 chilometri sulle orme di Vincent Van Gogh nel Brabante, regione in cui nacque il pittore. Il percorso in bicicletta è indicato mediante il sistema delle intersezioni ciclabili (“knooppunten”) ed è riconoscibile tramite i cartelli segnaletici “Van Gogh”. È possibile fare anche solo una parte dell’itinerario, scegliendo uno dei cinque tragitti più brevi che lo compongono. Il punto di partenza è Zundert, città natale dell’artista che ospita il museo a lui dedicato, per poi raggiungere Tilburg, Etten-Leur, Nuenen e Den Bosch.

All’arte e alla gioia di una bella pedalata si aggiunge anche il piacere della buona tavola: il Brabante, che vanta una ricca tradizione culinaria, quest’anno condivide il titolo di Regione Gastronomica con l’irlandese Galway. Grazie alla campagna alimentare “Brabant celebrates food” inoltre, è possibile fare un tour esplorativo avventurandosi nel cibo grazie a una serie di eventi.

Il tour in bicicletta Gemme d’Olanda consente invece di trascorrere sei giornate immersi in un tipico paesaggio olandese visitando, oltre ad Amsterdam, città e deliziosi villaggi come Volendam, Zaandijk e Haarlem. Le distanze da percorrere giornalmente in bicicletta sono piuttosto brevi, quindi si ha a disposizione molto tempo da dedicare alla visita delle varie località. Oltre a toccare queste magnifiche tappe culturali, si pedala immersi nella natura ammirando polder e campi di tulipani a perdita d’occhio lungo la sponda di laghi e fiumi.



INFORMAZIONI UTILI

Ecco alcuni consigli se non volete unirvi a un tour organizzato. Un elenco di tutti i noleggi di biciclette è disponibile presso gli uffici del turismo locali (con la sigla VVV). La maggior parte dei noleggi richiede una cauzione che va da 25 a 90 euro, e la presentazione di un documento di identità. Le biciclette devono essere sempre riportate alla stazione di partenza. Per darvi un’idea, il costo del noleggio si aggira attorno ai 7 euro al giorno e 30 alla settimana, mentre per un seggiolino per bambini 4 euro al giorno e 10 a settimana.

Pagando un supplemento si possono portare le biciclette sul treno, tranne nell’orario di punta (da lunedì a venerdì 6.30 – 9.00, 16.30 – 18.00). Per maggiori dettagli consultate il sito delle Ferrovie Olandesi. www.ns.nl https://www.ns.nl/

Le piste ciclabili obbligatorie sono indicate da un pannello rotondo di colore blu con una bicicletta bianca, mentre quelle facoltative dalle parole “fietspad” o “rijwielpad”.

Le cartine con le piste ciclabili e gli itinerari sono disponibili sulla guida del Touring Club Italiano “Europa in Bicicletta”. In Olanda invece basta rivolgersi agli Uffici del turismo locali, o andare nelle grandi librerie dove sono disponibili le mappe Falk, o presso ANWB (Touring Club Olandese). Infine, si possono acquistare delle mappe online su “Many maps”. http://www.manymaps.com/contents/en-uk/d83.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *